SERVIZI: DISINFESTAZIONE ANTILARVALE ZANZARE

Tutti i vari provvedimenti nazionali e regionali, come riportano anche gli specifici piani di lotta, concordano con la comunità scientifica, sul fatto che il cardine della lotta alle zanzare ruota sui trattamenti antilarvali. Questi trattamenti infatti se correttamente svolti e pianificati risultano molto efficaci e soprattutto, a differenza dei trattamenti adulticidi, se eseguiti con i più recenti insetticidi biologici a base di regolatori di crescita non risultano impattanti per l’ambiente.

AZIENDE ALIMENTARI

Sempre più spesso nei servizi di monitoraggio degli infestanti, tra gli insetti volanti viene riscontrata una più o meno consistente presenza di zanzare, è evidente che salvo casi eccezionali la loro provenienza è dalle aree esterne. Nel caso delle industrie alimentari spesso i servizi di disinfestazione sono focalizzati sugli infestanti tradizionali come blatte, infestanti delle derrate, mosche, ecc. mentre non viene considerato il problema zanzare. Gli spazi esterni agli stabilimenti industriali, nonché piazzali e vie di accesso, abbondano di caditoie e pozzetti, quasi sempre contenenti acqua stagnante ed è principalmente in questi luoghi che le zanzare ovidepongono e svolgono la loro fase di vita larvale.

Considerato che punti di ristagno di questo genere difficilmente possono essere eliminati, conviene valutare seriamente l’opportunità di prevedere nel periodo tra maggio e ottobre il periodico trattamento con insetticidi larvicidi specifici, scelti tra le tipologie meno impattanti come i regolatori di crescita o quelli biologici. Oggi sono disponibili larvicidi biologici con persistenza di efficacia che può arrivare tranquillamente ad un mese e pertanto tali interventi possono essere abbinati agli interventi programmati di derattizzazione e monitoraggio.

ALTRE AZIENDE

L’importante è ricordarsi che alla nostra latitudine, le larve di zanzara sono presenti da aprile a ottobre ed è in tutto questo periodo che i trattamenti dovranno essere eseguiti, iniziare i trattamenti larvicidi ad estate inoltrata significa comprometterne l’efficacia.

I ben noti recenti casi di Chikungunya, West Nile Disease e Dengue, tutti patogeni molto pericolosi trasmessi dalle zanzare, riportano all’attenzione pubblica il problema della lotta alle zanzare. Diventa pertanto ineludibile la necessità di garantire ambienti di lavoro liberi dalla presenza di zanzare, in modo particolare dalla zanzara tigre che essendo caratterizzata dall’ avere attività diurna crea non pochi disagi per le maestranze. Considerato che gli ambienti di riproduzione per elezione di queste zanzare sono in pozzetti e le caditoie che abbondano in piazzali, parcheggi e strade delle aree industriali, anche le attività produttive per le aree di loro competenza dovrebbero adottare dei programmi di trattamenti antilarvali per le zanzare. Considerato che oggi sono disponibili larvicidi biologici o del gruppo dei regolatori di crescita, con persistenza di efficacia che può arrivare tranquillamente ad un mese, formulati in granuli o pastiglie di facile e libero impiego, tali prodotti possono essere acquistati e fatti distribuire a operatori interni all’azienda, oppure sottoscrivere un programma di trattamenti con un’azienda specializzata.

 

 

ENTI PUBBLICI

Le aree pubbliche e il territorio in generale offrono molti ambienti con ristagni di acqua, ideali per la riproduzione delle zanzare. L’ente pubblico in ottemperanza alle linee guida e alle indicazioni riportate nei vari provvedimenti nazionali e regionali è tenuto ad attuare dei piani di controllo delle zanzare aderenti ai principi della lotta integrata e che hanno come cardine la lotta larvicida.

Per quanto riguarda i trattamenti larvicidi nelle caditoie, pozzetti e bocche di lupo stradali BioTecnica ha lavorato molto sul metodo di applicazione dell’insetticida, mettendo a punto una tecnica di trattamento che consente di trarre la massima efficacia dall’insetticida con la minima dose migliorando la qualità e la sicurezza del lavoro per gli operatori. In particolare la tecnica utilizzata garantisce la localizzazione di piccole quantità di soluzione insetticida direttamente all’interno della caditoia, evitando così dispersioni ambientali di insetticida, con gli ovvi risvolti negativi. L’attrezzatura esclusiva allo scopo sviluppata e omologata da BioTecnica è un quad specificamente attrezzato per l’irrorazione in aree urbane. Questa attrezzatura consente una elevatissima resa operativa (1500-2000 caditoie trattate i 8 ore), l’esecuzione di un lavoro molto preciso, efficace, con un minimo ingombro per la circolazione stradale e con una buona ergonomia per l’operatore.

Per l’esecuzione degli interventi di disinfestazione antilarvale, gli operatori sono dotati di dispositivi di rilevazione satellitare, che tramite in servizio fornito dalla ditta Evomatic s.r.l. ci consente di documentare in tempo reale i tracciati delle vie trattate, eseguire una mappatura dei punti da trattare, avere in real time la posizione degli operatori e archiviare la documentazione attestante gli interventi eseguiti.

 

 

 

PRIVATO

La tendenza di noi privati cittadini è quella di prendere in considerazione il problema zanzare quando ne avvertiamo il disagio e spesso attribuiamo la causa e l’onere di dover risolvere il problema all’ente pubblico. Se è pur vero che l’ente pubblico deve fare la sua parte, anche noi dobbiamo fare la nostra, innanzi tutto correggendo i nostri comportamenti in modo tale da eliminare i ristagni d’acqua condizione indispensabile per lo sviluppo delle zanzare. Ma anche pensando preventivamente a degli efficaci trattamenti antilarvali di quei punti dove i ristagni di acqua non possono essere eliminati come pozzetti e caditoie. Oggi vi è una vasta disponibilità larvicidi biologici o del gruppo dei regolatori di crescita, con persistenza di efficacia che può arrivare tranquillamente ad un mese, formulati in granuli o pastiglie di facile e libero impiego, tali prodotti possono essere acquistati e distribuiti dal privato cittadino, oppure in alternativa si può sottoscrivere un programma di trattamenti con un’azienda specializzata.

L’importante è ricordarsi che alla nostra latitudine, le larve di zanzara sono presenti da aprile a ottobre ed è in tutto questo periodo che i trattamenti dovranno essere eseguiti, iniziare i trattamenti larvicidi ad estate inoltrata significa comprometterne l’efficacia.

PER ACQUISTI ON-LINE, E' NECESSARIO COMUNICARE P. IVA E CODICE FISCALE SE RICHIESTA L'EMISSIONE DELLA FATTURA FISCALE. Rimuovi